Sui miti ambientalisti ed altre tristi verità

In questi giorni The Lancet ha pubblicato il report “The Lancet, Countdown on Health and Climate Change”, un’analisi dell’impatto dei cambiamenti climatici sulla salute. Secondo lo studio, l’Italia nel 2016 è stato il primo paese in Europa e l’undicesimo nel mondo per morti premature da esposizione a polveri sottili PM 2.5.
Sono questo tipo di notizie, insieme a quelle sui disastri causati dal “maltempo” che sempre più spesso leggiamo nelle pagine di cronaca dei quotidiani, che fanno porre  domande come: che impatto ha il mio stile di vita sulla cosiddetta emergenza climatica? Cambiarlo  può avere davvero un’influenza sui cambiamenti climatici, o è solo colpa dei grandi Stati che non si curano abbastanza delle emissioni (Brasile, USA, Cina, India…)? 
Per saperne di più

Scuola: se la divisa ci rende un po’ più uguali

Non si sentiva parlare di divise scolastiche – in Italia il classico grembiule –  dal lontano 2008, cioè dalla Riforma della Scuola Gelmini. La Riforma proponeva infatti la reintroduzione dell’uniforme nelle scuole pubbliche.  Ad oggi, in Italia non esiste alcun obbligo di legge per l’utilizzo di divise scolastiche a nessun livello di istruzione. Benché sia prassi l’utilizzo dei grembiuli nelle scuole materne, e in molte scuole elementari, la decisione è sempre in capo ai dirigenti scolastici. Per saperne di più

L’era “Dispersionista”: abbandono scolastico in Sardegna

Oggi abbiamo deciso di parlarvi di un tema per noi particolarmente dolente: l’abbandono scolastico. Questa è una questione che ci sta particolarmente a cuore non solo perché fa parte della nostra vita quotidiana, ma anche perché porta ad una grande perdita in termini di capitale umano. Il capitale umano, così caro agli economisti, è l’ingrediente fondamentale per la crescita economica e, chiaramente, sociale. L’Italia tra le tante brutte posizioni nelle classifiche internazionali ne ha una veramente sconcertante, quella riguardante il numero di laureati. Infatti, con il nostro 18% di laureati siamo il penultimo paese, davanti al Messico, tra i paesi OCSE. Per saperne di più

Il non-elefante delle diseguaglianze italiano

Introduzione

Dopo avervi presentato il lavoro di Branko Milanovic e la metodologia da lui utilizzata per descrivere i “vincitori e vinti” della globalizzazione – cioè le dinamiche di crescita/decrescita del reddito delle diverse fasce della popolazione divise per percentili di reddito – abbiamo pensato che sarebbe interessante provare a capire come si è comportato quell’elefante di cui vi abbiamo parlato restringendo l’analisi alla sola Italia. Per saperne di più